Travestimenti per divertirsi, non solo a Carnevale

A tutti piace travestirsi a Carnevale, come pure per Halloween. In realtà, i bambini amano tutto l’anno mettersi nei panni altrui, indossare costumi e truccarsi, perché così possono lasciare libero corso alla fantasia. E, travestendosi insieme a più piccoli, anche gli adulti possono tornare di nuovo bambini.

Test

Festa in maschera nella cameretta: divertimento assicurato per tutte le stagioni

Ovviamente, Carnevale e Halloween sono il momento ideale per travestirsi, insieme alle feste di compleanno. Ma perché darsi dei limiti? Anche le giornate piovose e grigie in autunno e inverno sono perfette per tirare fuori la cesta dei travestimenti e rovistare al suo interno. Quando fuori è troppo bagnato o il tempo è inclemente, le pareti di casa diventano ben presto troppo strette per i bambini, subentra la noia e non c’è quasi nulla che riesca a entusiasmarli. In questi casi, la cesta dei travestimenti funge da porta d’accesso al regno della fantasia: basta aprirla che subito emergono nuove e infinite possibilità di gioco. Un lieve fruscio, un breve risolino soffocato, ed ecco che, quando vi girate, all’improvviso vi ritrovate faccia a faccia con un terribile furfante, losco e dallo sguardo truce, che punta a un bottino alquanto insolito: la scatola dei biscotti della cucina. Davanti ad uno sguardo così comico, sfido a trovare qualcuno che non sia disposto a cedere subito i biscotti!

Ruoli diversi per crescere

In genere ai maschietti piace impersonare cowboy, eroi d’azione o figure forti e autoritarie come un cavaliere o il capitano dei pirati. Le bambine invece amano spesso travestirsi da dolci principesse, fate magiche o streghe impertinenti. Ma tra i classici del repertorio di molti bambini figurano anche alcune professioni, come il dottore, il poliziotto o il muratore. La ragione è semplice: grazie ai costumi per bambini e agli accessori per giochi di ruolo, i bambini creano una sorta di mondo alternativo, in cui si mettono nei panni degli adulti e imparano a comprenderne i comportamenti. E travestirsi da poliziotto, strega, pirata o supereroe può dare ai bambini un po’ insicuri nella vita reale la possibilità di sentirsi forti e potenti proprio grazie al gioco.

Spesso i nostri amati piccini si divertono particolarmente a trasformarsi in un "cattivo", come ad esempio un vampiro. Grazie a costumi a misura di bambino, come il set di travestimento Vampiro Draculino, questi personaggi non spaventano più i piccoli artisti dei travestimenti, ma diventano “terribilmente” attraenti. E chi riesce a trasformarsi in un piccolo e temibile succhiasangue di certo non teme più i brutti mostri del sonno appostati sotto il letto della cameretta. Con i travestimenti, i bambini si mettono alla prova e, a poco a poco, sviluppano la propria autostima e capacità di empatia. Ecco perché questi giochi sono indispensabili per il loro sviluppo.

t-750-haba-ein-kostuem-mit-tausend-ideen.jpg

Un costume, mille idee

Il sogno di ogni bambino è avere una cesta dei travestimenti molto capiente, capace di dar vita a qualsiasi personaggio: dalla fata dei fiori fino all'impavido pirata. Purtroppo, aggiungere ogni volta nuovi costumi può essere a lungo andare costoso. Ma non occorre rifarsi il guardaroba per ogni gioco di ruolo. Bastano pochi aggiustamenti per adattare un gran numero di costumi a vari travestimenti e ruoli. La casacca che ieri apparteneva al temibile pirata Capitan Settemari domani può diventare la giacca di un nobile moschettiere. Il vestito da sogno della principessa Rosalina il giorno dopo può servire come costume da fata dei fiori o da maga. Gli unici ingredienti necessari? Un po' di fantasia e tutti capi del guardaroba a cui mamma e papà possono rinunciare.

t-750-haba-aus-alt-mach-neu-im-handumdrehen-raffinierte-verkleidungs-accessoires-erschaffen.jpg

Dal vecchio nasce il nuovo: sofisticati accessori per travestimenti pronti in un attimo

Il nostro consiglio: non gettate i vecchi indumenti logori nei rifiuti o nei contenitori per la raccolta dei vestiti usati. Se aggiungiamo una piuma al cappello della zia, possiamo ottenere il copricapo perfetto per un pericoloso furfante. Possiamo anche riciclare una vecchia tenda, ritagliandone un'ampia striscia, per creare il velo e lo strascico di una principessa delle fiabe. Scampoli di stoffa, una vecchia camicia, dei guanti... quasi tutto quello che viene scartato dal guardaroba dei genitori può venire sfruttato per un nuovo travestimento. E chi l’avrebbe mai detto che un pigiama a strisce, un po’ di trucco e la catena al piede di Capitan Settemari sarebbero riusciti a trasformare di colpo un bambino con lentiggini e un sorriso da monello in un pericoloso fuggitivo? 

Non c’è dubbio, spesso un pizzico di creatività è quello che ci vuole per rendere i giochi di ruolo con i travestimenti ancora più vari. Un po’ di costumi e accessori raffinati, e il gioco è fatto. Ai bambini serve solo una buona dose di fantasia... e, com'è noto, di quella ne hanno da vendere!