Il giardinaggio: alla scoperta della natura con i bambini

In primavera, quando spuntano i primi delicati fiorellini che brillano alla luce del sole, la natura si risveglia dal suo sonno invernale. E non è l'unica: la bella stagione è l'epoca della fioritura anche per i bambini, che finalmente possono scorrazzare all'aperto in tutta libertà. Adesso è il momento di riunire tutta la famiglia e di fare un po' di ordine in giardino o sul balcone: piantare fiori e piante, tagliare il prato e coltivare frutta e ortaggi sono attività che rilassano e spezzano la frenesia e lo stress che caratterizzano talvolta la routine quotidiana. Seguiteci e scoprirete che il giardinaggio con i bambini non solo è divertente, ma permette anche ai più piccoli di vivere meravigliose esperienze e in più di imparare moltissimo sul mondo della natura.

t-824-haba-spielzeug-die-wunder-der-natur-hautnah-erleben.jpg

Vivere da vicino le meraviglie della natura

Entrare in contatto con la natura che li circonda è per i bambini un’esperienza irresistibilmente emozionante. Quali animali popolano i prati o le aiuole fiorite? Quanto saltano le cavallette e come fanno i bruchi a trasformarsi in splendide farfalle? Com'è possibile che da un minuscolo granello nasca un bellissimo fiore vivace o una zucca gialla? E come fa una modesta piantina a diventare un'imponente pianta di pomodoro, dove maturano dei frutti deliziosi? Per i bambini si tratta di autentiche meraviglie della natura, che senza dubbio li appassionano. Veloci allora, procuratevi una lente bicchiere, munitevi di paletta e secchiello da spiaggia per raccogliere gli oggetti e avventuratevi alla scoperta dell'aiuola.

Con il giardinaggio i bambini imparano giocando un sacco di cose sulla natura, le stagioni e i principi dell'ecologia. Senza api non ci sono mele e i ravanelli non crescono bene in assenza di composta. Proprio le api sono importantissime per lo sviluppo di molte piante. Per saperne di più su questi operosi animaletti o per chi è curioso di scoprire come vive una piccola ape da miele, vi proponiamo il nostro articolo su Il mondo delle api e la storia L'Ape Arianna nei pasticci.

I bambini che hanno l'età per prendersi cura della propria aiuola imparano a essere responsabili delle proprie piante e che si tratta di esseri viventi, che crescono e fioriscono, ma che possono anche avvizzire e morire. Queste esperienze sono particolarmente affascinanti per i bambini che crescono in un ambiente senza giardino, perché sperimentano praticamente in diretta che la frutta e la verdura non crescono nel supermercato.

t-824-haba-spielzeug-gaertnern-spricht-alle-sinne-an.jpg

Il giardinaggio stimola la totalità dei sensi

La vista, l'olfatto, l'udito, il tatto e il gusto: il giardinaggio chiama in causa tutti i sensi. Molti fiori rivelano quando sbocciano tutti i loro colori, e le foglie di alberi e arbusti risplendono in diverse tonalità di verde. I bambini possono aiutarsi con le immagini colorate sui sacchetti dei semi per scegliere i fiori dei colori che preferiscono: vedrete come gioiscono quando arriva finalmente il momento della fioritura. In giardino o sul balcone, gli oggetti da afferrare o toccare non mancano: dall'erba alle lastre di pietra sotto la pianta dei piedi alla corteccia o alle foglie tra le mani.

E quanti profumi diversi hanno i fiori! I bambini annusano volentieri anche l'erba appena tagliata e amano raccoglierla o usarla per costruire dei piccoli nidi. Del giardino fanno parte anche i mucchietti di composta che però, più che profumare, puzzano. E poi in estate il giardino si riempie di ronzii quando i bombi e le api si posano sui fiori. Di sera si ode il canto dei grilli, mentre di giorno gli uccelli cinguettano senza sosta. Nel loro giardino i bambini possono ascoltare i ritmi della natura e imparare a riconoscerne i suoni.

Ma il meglio deve ancora arrivare: non c'è niente di più dolce di una fragola matura appena raccolta! Anche le ciliegie, i cetrioli o i pomodori non aspettano altro che di essere gustati. In giardino o sul balcone si possono coltivare tantissime varietà di frutta, verdura o anche erbe aromatiche. I bambini vogliono naturalmente anche assaggiare quello che coltivano nel "loro" giardino. Chi ha provato a mettere in tavola degli spaghetti conditi con un sugo ottenuto dai pomodori coltivati in giardino sa quanto sono orgogliosi i bambini dei frutti del proprio lavoro. Ma attenzione: non tutto quello che cresce in giardino è commestibile. Alcune piante sono velenose; anche questa è una lezione importante che i bambini imparano con il giardinaggio. 

E quando i piccoli giardinieri in erba hanno voglia di passare il tempo in casa con un fantastico gioco per bambini, potranno divertirsi e continuare a imparare con i nostri due giochi a tema I miei primi giochi: l'orticello o I miei primi giochi: l'Ape Arianna.