Miyabi

Elegante, armonioso e sofisticato: così dovrebbe essere il giardino giapponese! In questo avvincente gioco di composizione servono buona tattica e organizzazione. Solo chi piazza con abilità pietre, cespugli e alberi sui vari livelli e dispone stagni e pagode secondo l’arte della costruzione Miyabi verrà proclamato miglior maestro giardiniere della stagione. Include cinque integrazioni!
img-die-Spieler-platzieren-Pflanzen.jpg
I giocatori dispongono nel proprio giardino piante, stagni e pagode. Le caselle lanterna mostrano dove c’è ancora spazio per costruire.
img-In-mehreren-Bauphasen.jpg
Nel corso delle varie fasi di costruzione il giardino si riempie di oggetti e cresce in “altezza”.
img-Es-gilt-die-Bonusplaettchen.jpg
Occorre tenere d’occhio le tessere bonus e gli oggetti più numerosi. Vince chi raccoglie il maggior numero di punti.

Esclusivo: Le istruzioni di gioco da scaricare

Esclusivo: Le istruzioni di gioco da scaricare

Chi ha il pollice verde? 2-4 giocatori possono scoprirlo nel nuovo gioco per famiglie Miyabi. Il gioco di composizione, realizzato dall'autore di successo Michael Kiesling, vi conquisterà grazie a un ingegnoso meccanismo e a materiale di alta qualità. Cinque integrazioni garantiscono inoltre un divertimento duraturo!

Autore:

img-kiesling-michael.jpg
Michael Kiesling inventa giochi da 20 anni. Laureato in ingegneria, oggi vive a Brema, dove si occupa dello sviluppo di software commerciali. Assieme a Wolfgang Kramer ha ottenuto già due volte l'ambito riconoscimento "Spiel des Jahres" e, per lo stesso premio, è stato nominato altre quattro volte. Nel 2018 il suo gioco "AZUL" ha vinto il premio “Spiel des Jahres” (Gioco dell’anno).

Illustratore:

img-amtor-rene.jpg
René Amthor, classe 1988, vive a Hilden. Già da piccolo riempiva le pagine dei quaderni di scuola con disegni di fumetti. La sua passione per i videogiochi lo ha portato a ottenere una laurea in progettazione di giochi presso la Scuola superiore di design per i media di Düsseldorf. Ha maturato le prime esperienze di illustratore in aziende di sviluppo di giochi e agenzie pubblicitarie. Alla fine del 2015 ha deciso di fare il salto verso la libera professione con la fondazione, assieme alla moglie, dello studio creativo "Studio Viereck". Il suo stile versatile gli permette di collaborare con diversi media e di rivolgersi a vari tipi di pubblico. In particolare ama disegnare per i bambini.